lunedì 19 ottobre 2009

stracotto di guanciale e polenta!



Vi posso garantire che la bonta' di questo piatto e' inversamente proporzionale alla qualita' delle foto:orrende!!!! ultimamente mi vengono piu' brutte del normale,ma cosi' vi lascio la facolta' di giudicare voi stesse il piatto cucinandolo!
Era tanto tempo che volevo affrontare questo piatto con questo taglio di carne:il guanciale di manzo. Una libidine e per niente pesante da digerire..
Ho compreato un pezzetto di guanciale e l'ho messo a marinare con del vino rosso fermo(chianti) 5/6 ore e secondo me si puo' fare anche di piu'. La marinatura l'ho fatta appunto con il vino,una gamba di sedano,una carota una cipolletta bianca,un rametto di rosmarino,una foglia di alloro e di salvia una chiodino di garofano e due bacche di ginepro. Trascorse le ore della marinatura ho messo olio evo e burro in un tegame e fatto rosolare la carne a fuoco vivace, poi ho aggiunto le verdure e il vino della marinata. Di solito quando faccio la cacciagione butto via tutto e uso roba nuova,ma in questo caso,non essendo carne "selvatica" non correvo il rischio di "trasportare"il sapore attraverso la marinata . Ho fatto rosolare piano piano poi ho aggiunto un cucchiaio di concentrato di pomodoro, del brodo bollente e uno spicchio d'aglio. Poi ho iniziato la cottura che e' stata eterna tanto e' vero che per arrivare ad avere carne morbidissima ho dovuto mettere il tutto nel tegame a pressione! dopo vari controlli e arrivata a soddisfare il grado di cottura ho passato al passaverdure le verdurine, messo sul fuoco,aggiunto un mezzo cucchiaino di cacao amaro e stempertato per bene,tagliato la carne a fette e servito con la polenta. Quell'altra carne che trovate nella foto e' un pezzo di pollo alla cacciatora la cui ricetta pubblichero' a breve..
Questo tipo di piatto e' buonissimo anche cucinato il giorno prima quindi ottimo jolly per cene quando il tempo e' tiranno(ovviamente non il giorno della cottura!!!)

14 commenti:

  1. Io lo adoro il guanciale!! Se ti fai un giretto nel nostro blog troverai la ricetta, sabato l'ho fatto bollito, prova!!

    RispondiElimina
  2. buonissima questa ricetta..........ovviamente la polenta non e' una cosa che so preparare ma anche da solo,cosi per come lo hai cucinato so che non resterebbe a lungo in un piatto da portata!!!brava mi piace tanto..baci

    RispondiElimina
  3. non l'ho mai preparato ma e'rinomato per la sua bonta'!!!

    ps:lo fai girare, please?
    http://angolocottura.blogspot.com/2009/10/scriviamo-al-nano.html

    RispondiElimina
  4. Deve essere buonissimo!!
    Ironia della sorte, ho appena postato una cosa simile, ma ti oriccine teteska!!
    Buona giornata, Mik

    RispondiElimina
  5. a volte capita che le foto si ribellino e non si riesca assolutamente a fare uno scatto decente...devo dire però che nonostante le foto siano sfocate si capisce lo stesso che dev'essere tutto buonissimo!!Brava!!

    RispondiElimina
  6. NIente male a dispetto della foto...io sono in continua lotta con la fotocamera!!!!Chi la dura la vince...un abbraccio

    RispondiElimina
  7. annamaria...stendiamo un velo pietoso sull'argomento foto...sono una schiappona unica!!
    che buono lo stracotto di ganascina...così si chiama a parma!!
    in inverno non so quante volte lo preparo!
    anch'io in pentola a pressione,viene benissimo!
    complimenti per questo assaggio d'inverno!

    RispondiElimina
  8. Mmmhhh che buono!!!
    Mi sembra quasi di sentirne il profumo!
    E' proprio il mio piatto ideale per queste giornate autunnali e per quelle invernali che arriveranno!

    RispondiElimina
  9. Noi non siamo delle polentone :-P ...ma questo piatto è davvero invitante!!!baci

    RispondiElimina
  10. ehi ragazze vedo con piacere che siete dalla mia..polenta e stracotto non delude mai!!

    RispondiElimina
  11. Anna Maria una vera squisitezza!!!!!!
    Mi immagino il Gusto di questo piatto da urlo!!!

    RispondiElimina
  12. che bontà!
    se passi dal mio blog, c'è un premio per te
    Serafina

    RispondiElimina